Garantisce lo stato per le banche ma le banche lo faranno per noi?

Salviamo gli Italiani non le Banche

decreto-salva-banche

 

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 299 del 23 dicembre 2016 il decreto-legge 23 dicembre 2016, n. 237 recante disposizioni urgenti per la tutela del risparmio nel settore creditizio (c.d. decreto salva risparmio).

Il Monte dei Paschi di Siena ottiene grazie al decreto salva risparmio, che presto diventerà legge, l’aiuto e le garanzie dello Stato.

Questo decreto che ancora una volta va a mettere le mani nelle tasche degli italiani per salvare una manciata di persone e i loro risparmi ci si dimentica di quelle migliaia di persone che non hanno la possibilità di comprarsi da mangiare e che stanno vivendo la povertà.

I nostri soldi ormai vengono canalizzati verso quelle che sono le direttive europee che impongono il dovere di preservare gli istituti di credito e risparmio come se fossero gli unici ad essere in crisi, beffa poi che si riflette nello strato sociale anche perché poi questi istituti tutto fanno tranne che credito a chi lo chiede visto che ottenere un finanziamento è diventato cosa assai difficile e complicata.

Quello che crea sconcerto è che con tutti i problemi che ci sono in Italia la prima cosa che si sente di fare il nuovo governo non eletto è quella di salvare il Monte dei Paschi di Siena, faccio l’esempio di scuole che non sono a norma, gente che vive per la strada sia per la povertà che per il terremoto, Ospedali che subiscono tagli continui e con strutture e macchine obsolete, e chi più ne ha ne metta.

Molte famiglie affrontano ogni giorno privazioni e stenti

la-classifica-dei-paesi-europei-dove-le-tasse-pesano-di-piu-620x372

 

Ovviamente comprendo la differenza tra una banca e un singolo cittadino, dove nella prima ci sono interessi enormi che non possono essere gli stessi di un italiano che vede chiudere la propria attività a causa delle tasse e del mercato in fase di stallo.

Ancora una volta hanno trovato le motivazioni giuste per mantenere le tasse alle stelle e agli italiani le stalle viste le tasse che si pagano e la vita sempre più difficile, riducendo le famiglie a non fare figli e fare una vita di risparmio e privazioni.

Lo stato dovrebbe garantire il benessere dei propri cittadini e non mettersi a giocare i soldi del proprio popolo nei mercati finanziari, ormai si è perso di vista l’obiettivo comune, la politica italiana e in fattispecie lo stato sceglie in base agli interessi di pochi e delle nazioni che spadroneggiano in Europa.

F.C.

2 thoughts on “Garantisce lo stato per le banche ma le banche lo faranno per noi?

  1. stanco il said:

    Ai nostri “sgovernanti” non interessa piu’ di tanto il popolo limone, loro vogliono ingrassare a suon di milioni e il popolo, secondo loro, deve sempre pagare. Ormai sono arrivati al capolinea, Bisogna cominciare a far capire a questi inutili chi li paga per quello che non sanno fare, e cominciare a comportarci come i vecchi padroni delle ferriere, prendendoli a pedate in culo ogni volta che aprono bocca per dire eresie.

  2. capitanodelpopolo il said:

    Sono d’accordo, il capolinea lo abbiamo raggiunto, bisogna vedere quando qualcuno dirà basta a questa Italia delle tasse, la gente vuole respirare perché si suda la giornata e ne ha le scatole piene di vedersela portare via da chi la usa per i propri vitalizi